Cos’è e come funziona la Traduzione Automatica Neurale

Cos’è e come funziona la Traduzione Automatica Neurale

Il settore della traduzione e dei servizi linguistici è in costante evoluzione. La Neural Machine Translation (NMT) nasce dall’applicazione dell’intelligenza artificiale al campo della traduzione e viene considerata una delle tecnologie più avanzate del settore. 

 

1) Come funziona la Neural Machine Translation?
2) I vantaggi della Neural Machine Translation
3) Quali sono le differenze tra traduzione automatica e Neural Machine Translation?
4) I limiti della Neural Machine Translation

La Traduzione Automatica Neurale si basa sull’attività di un insieme di reti neurali artificiali che, a livello linguistico e di apprendimento, agiscono in modo molto simile alla mente umana. La NMT è per questo in grado di restituire traduzioni affidabili ed elaborare una grande quantità di informazioni in poco tempo.

Come funziona la Neural Machine Translation?

 

L’attività dei neuroni artificiali, combinata a quella di innovativi strumenti tecnologici, permette agli algoritmi coinvolti, non solo di comprendere un testo, ma anche il suo contesto di riferimento.

Per migliorare le prestazioni di questo sofisticato sistema è però necessario l’intervento umano. La macchina può essere infatti “allenata” dall’uomo attraverso la somministrazione di una grande quantità di dati che, se correttamente elaborati, permettono ai sistemi di NMT di elaborare risultati di traduzione sempre più affidabili e precisi.

Il risultato finale di traduzione viene poi controllato e corretto da un traduttore professionista, incaricato di migliorare lo stile del testo e di rendere il contenuto leggibile e scorrevole. Questa fase, nota come Post-editing di Traduzione Automatica, consente di ottenere un testo finale di buona qualità partendo da un risultato di traduzione machine-based.

Quali sono le differenze tra traduzione automatica e Neural Machine Translation?

 

I primi sistemi di traduzione automatica appaiono intorno agli anni ‘50. Nel tempo, l’innovazione tecnologica e la ricerca nel campo consentono però di sviluppare sistemi di traduzione sempre più sofisticati e in continua evoluzione.

I primi sistemi di traduzione automatica si basavano sulla traduzione indipendente di piccole porzioni di testo e facevano riferimento a grandi database terminologici. Questo approccio era in grado di restituire un risultato corretto, ma poco preciso e coerente rispetto al testo originale.

La Neural Machine Translation si basa invece su un approccio più innovativo. Grazie al contributo delle reti neurali artificiali coinvolte, questo sistema permette di tradurre intere frasi tenendo anche conto del contesto di riferimento. Questa modalità offre un risultato coerente e risulta particolarmente indicata per la traduzione di particolari tipologie di testo e contenuti associati a specifici settori.

I vantaggi della Neural Machine Translation

 

Questa particolare tipologia di traduzione automatica consente di tradurre in poco tempo una grande quantità di dati testuali in diverse lingue. La NMT è infatti molto indicata per la gestione di traduzioni urgenti e la creazione di contenuti multilingua.

Un altro importante vantaggio riguarda invece la possibilità di analizzare i testi interamente piuttosto che suddivisi in piccole porzioni: questo aspetto consente di restituire un testo coerente e una traduzione di alta qualità. Inoltre, l’attività dei sistemi di intelligenza artificiale mantiene in costante aggiornamento e miglioramento gli algoritmi di NMT.

I limiti della Neural Machine Translation

 

Per quanto innovativa, la NMT rimane un sistema in costante evoluzione. Per questo motivo, presenta anche limiti e svantaggi, che nel tempo potranno probabilmente essere migliorati.

La Traduzione Automatica Neurale incontra, per esempio, qualche difficoltà nella traduzione di termini molto tecnici e di testi poco espliciti. La chiarezza del testo è infatti un elemento fondamentale affinché si possa ottenere un risultato chiaro e correttamente tradotto.

Inoltre, questa tipologia di traduzione automatica non risulta essere molto indicata nel caso di traduzioni creative. I sistemi di traduzione si esercitano su modelli lineari, per cui non sono in grado di restituire in modo automatico un risultato eccessivamente personalizzato.

Infine, per ottenere un risultato impeccabile e di alta qualità, rimane ancora necessario e fondamentale l’intervento di un traduttore umano, che possa portare a termine il processo di Post-editing nel migliore dei modi.

Le tecnologie linguistiche e i sistemi di Intelligenza Artificiale sono in costante trasformazione, ma non sembra ancora aver raggiunto le stesse capacità della mente umana. Per questo, traduzione automatica e umana dovranno continuare a cooperare, per riuscire a restituire un risultato ottimale e affidabile.

Vi interessa scoprire di più sui servizi di Neural Machine Translation offerti da Creative Words e capire quale soluzione tecnologica potrebbe rispondere meglio alle vostre esigenze? Non esitate a contattarci per scoprire in che modo possiamo aiutarvi.

 

Creative Words
creativewords@stats.dpsonline.it


Post correlati
  • Sistemi automatizzati per produrre e per tradurre in maniera più veloce ed efficiente, ma sempre con la supervisione dell’uomo.   L’industria 4.0...

  • Sin dagli albori dei videogiochi il Giappone ha giocato un ruolo importante sia nella produzione di console che dei veri e propri giochi.   Chi n...

  • Negli ultimi anni il marketing ha visto aumentare il proprio raggio di azione con sempre più neologismi o novità strutturali.   Sentiamo parlare ...

HAI DELLE DOMANDE? ABBIAMO LE RISPOSTE!

Creative Words, servizi di traduzione, Genova