Sintesi vocale e DSA: cos’è e come può essere utile

sintesi vocale e dsa cose e come può essere utile

Sintesi vocale e DSA: cos’è e come può essere utile


ECCO LA VERSIONE AUDIO DI QUESTO ARTICOLO, BUON ASCOLTO!
È necessario accettare i cookies statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.

 

Cos’è e cosa si intende per sintesi vocale?

Per sintesi vocale si intende la tecnica di trasformare un testo scritto in audio, tramite strumenti che possono essere software o hardware. Un sistema usato per questo scopo è detto sintetizzatore vocale.
Per rendere più familiare il concetto di sintesi vocale, basta pensare a come Siri o Alexa siano in grado di interagire con noi. Questi assistenti vocali hanno una doppia funzione: prima traducono qualsiasi richiesta l’utente gli ponga oralmente in testo scritto, e poi riproducono vocalmente la risposta desiderata, leggendo i contenuti attentamente selezionati sul web.

dsaQuesta nuova tecnologia non solo apporta numerosi benefici da un punto di vista economico e commerciale, ma è di vitale importanza anche per l’apprendimento e l’accessibilità dei contenuti scritti a un pubblico sempre più ampio, rivelandosi uno strumento efficace soprattutto per le persone con disabilità e per coloro che soffrono di disturbi dell’apprendimento.

Proprio per queste ragioni, sempre più aziende stanno iniziando a trarre vantaggio da questa vera e propria rivoluzione tecnologica. Anche noi di Creative Words abbiamo deciso di adottare la sintesi vocale come parte integrante della nostra comunicazione, offrendo così la possibilità di accedere al contenuto del nostro blog anche in formato audio.

Vediamo ora insieme come funziona questa nuova tecnologia e quali sono i suoi vantaggi.

 

A cosa serve e come funziona un sintetizzatore vocale?

Il sintetizzatore vocale è uno strumento basato sulla tecnica del Text to Speech (in breve, TTS) in grado di leggere un testo scritto, di interpretarlo codificandone tutte le caratteristiche e di trasformarlo in un contenuto audio. Con questo tipo di sistema si possono processare file in formato .txt, .pdf, .html e, talvolta, anche testi contenuti in fotografie .jpg, per produrre una registrazione audio che legga il contenuto di tali documenti.

sintetizzatore vocale Esistono diversi tipi di sintetizzatori vocali. I più comuni sono quelli che consentono di simulare in pochi minuti la lettura con una voce digitale, semplicemente evidenziando il testo che si vuole ascoltare. Si parla, in questo caso, di sintesi vocale evidenziata o “effetto karaoke“. Ci sono però anche dei software più sofisticati che permettono di scegliere tra diverse lingue e voci, che si distinguono per genere, età e tono.

È possibile così dare vita a contenuti audio dalle voci simili a quelle umane ottenendo risultati naturali e realistici.

Questi software offrono la possibilità di personalizzare l’output vocale e di perfezionarne le caratteristiche in base alle esigenze dell’utente. Si tratta dei cosiddetti SSML-based software, un particolare tipo di software basato sul linguaggio di markup per la sintesi vocale.

 

Sintesi vocale e accessibilità: applicazioni e benefici

La sintesi vocale è uno strumento fondamentale per le persone a cui è stato diagnosticato un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) e risulta essere di grande aiuto soprattutto per chi è dislessico. La dislessia è un disturbo neurologico caratterizzato da difficoltà nell’apprendimento e problemi nella lettura e nella comprensione di un testo scritto che si manifesta attraverso una lettura lenta, poco fluente e con numerose imprecisioni.

Proprio a queste difficoltà viene incontro la sintesi vocale che, trasformando un testo in audio, costituisce una valida alternativa al processo di lettura classica a cui da sempre siamo stati abituati. Si tratta della cosiddetta “lettura con le orecchie”, una sorta di lettura virtuale multilingue che permette di identificare le parti di testo che si vogliono leggere, di modificare la velocità di lettura, di cambiare l’intonazione e di scegliere la voce che consente una migliore comprensione da parte dell’utente.

accessibilita

Sono vari gli studi che evidenziano i benefici dell’utilizzo della sintesi vocale da parte delle persone con DSA. Questa tecnologia, infatti, facilita la comprensione del testo e costituisce un supporto alla lettura, convertendosi in un fedele aiutante nel processo di decodificazione del testo scritto. In questo modo, coloro che soffrono di disturbi della lettura possono raggiungere un’autonomia formativa, ovvero la capacità di comunicare senza dover dipendere da un mediatore. La mancanza di autonomia nell’apprendimento è molte volte causa di disistima e spesso finisce per compromettere il successo formativo.

 

Altri software compensativi

Gli strumenti compensativi sono prodotti (di tipo informatico e non) di supporto all’apprendimento che permettono di compensare diverse attività come lo studio, la lettura, la scrittura e il calcolo.
Oltre alla sintesi vocale, altri strumenti compensativi per agevolare lo studio e il lavoro di soggetti con DSA sono:

  • Programmi di video-scrittura: software che migliorano le prestazioni di scrittura poiché permettono di aggiustare le dimensioni, i colori e gli stili del testo facilmente, e prevedono l’uso di caratteri tipografici adatti a lettori con dislessia. Sono dotati anche di correttore ortografico, correttore grammaticale e predittore di parole.
  • OCR – Riconoscimento ottico di caratteri: è in grado di riconoscere i caratteri di un testo cartaceo scritto tramite la sua scansione e di trasformarli in formato elettronico, così che possano essere modificati con un editor di testo.
  • Riconoscimento vocale: riconosce e trasforma in testo elettronico quello che viene pronunciato ad un microfono.
  • Programmi per annotare PDF: permettono di visualizzare i file PDF e di annotarne il testo, evidenziare sezioni e parole chiave, così da facilitare la schematizzazione e il riassunto.
  • E-book e Audiolibri: gli eBook sono pubblicati in formato ePub, un formato aperto e interoperabile che, a differenza del PDF, consente al lettore di cambiare molte caratteristiche del testo, così da migliorarne la leggibilità in base alle preferenze personali. Esiste inoltre uno speciale formato di eBook, gli audio eBook, che combinano la lettura di un eBook con la possibilità di seguire una voce narrante sul testo.
  • Tecnologie per la matematica: tra queste troviamo fogli di calcolo, calcolatrici parlanti, calcolatrici grafiche e programmi di supporto al calcolo e alla risoluzione di espressioni ed equivalenze.
  • Programmi per note: permettono la collezione di note e appunti in un archivio. Con gli organizzatori di note è possibile dividere le note per categorie, argomento e formato. Una specifica nota può essere recuperata tramite una semplice ricerca testuale.
  • Programmi per la creazione di mappe: strumenti grafici che permettono la creazione di schemi, mappe mentali e concettuali che colleghino informazioni salienti e nessi logici.

Queste, ed altre tecnologie digitali compensative, sono descritte più nel dettaglio nel volume “Tecnologie digitali e DSA” (2016) dell’IPRASE (Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa).

 

Per maggiori dettagli su come rendere il tuo contenuto digitale più accessibile, non esitare a contattare il team di Creative Words! Se, invece, vuoi documentarti maggiormente sul mondo dell’accessibilità e sui disturbi DIS, nel nostro blog puoi trovare una serie di articoli a riguardo.


Creative Words
creativewords@stats.dpsonline.it


Post correlati

HAI DELLE DOMANDE? ABBIAMO LE RISPOSTE!

Creative Words, servizi di traduzione, Genova